?
4BOX
AG-NEOVO-TECHNOLOGY
AG-AJAX
BETACAVI
COMBIVOX
AG-COMUNELLO
AG-DSC-CANADA
EATON-UPS
FADINI
HIKVISION
MAX-FIRE-AND-ALARM
MEAN-WELL
NETGEAR
NICE
OPTEX
PLANET
PROVISION
PYRONIX
SATEL
SD3
SICEP
SMART-CABLING
TAKEX
TARGA-SYSTEM
ULTRACELL
UNIVIEW-CHINA
VENITEM
VIMO
WESTERN-DIGITAL
WOLF SAFETY
WP-RACK
YUASA
ZK-TECO

Attenti a quei due.

Ci troverete dove non pensate.

 

Televista srl, fondata nel 2002, conta oggi ben cinque filiali tra Veneto e Lombardia, oltre alla sede principale di Meledo, nel Vicentino. Quali sono i numeri di questa realtà?

L.S. (Luca Saltarelli) Televista ha chiuso l’anno 2015 con un fatturato di oltre 7 milioni di euro e mira a chiudere il 2016 arrivando a oltre 8, in linea con il “Leitmotiv” di Hikvision “dobbiamo andare oltre”.

La nostra crescita progressiva, ci ha permesso di raddoppiare il fatturato in quattro anni.
È una crescita consolidata e non un’esplosione incontrollata, perché frutto di un continuo radicamento sul territorio e di un lavoro di brandizzazione sul cliente.

I nuovi clienti non vengono presi esibendo extra sconti, come fanno molti nostri competitors che non hanno altre armi, ma sono frutto della nostra capacità di progettare gli impianti con il cliente e di seguirlo nel post vendita, come pochi sanno fare nel nostro settore.

Televista nasce 14 anni fa in provincia di Vicenza con persone che, oramai, vantano una trentennale esperienza nel settore.

È fortemente radicata nel Triveneto con 4 locations, Meledo di Sarego, Vicenza, Verona e Padova, e due in Lombardia, Brescia e Como.
Tutti i punti vendita sono al massimo a 5 minuti da un casello autostradale, perché oggi essere raggiungibili facilmente e velocemente è fondamentale: da qui l’idea di proporsi come “L’Autostrada della Sicurezza”, in senso geografico e strutturale.

Attraverso il punto di Como, inoltre, riusciamo anche a servire il prestigioso mercato del Canton Ticino.

Nel 2012 voi due avete fatto una scelta di mercato molto chiara: puntare su alcuni brands, senza frammentare la vostra offerta su tanti marchi, spesso in sovrapposizione sullo stesso segmento. Scelta coraggiosa, che si è dimostrata vincente?

M.S. (Marco Saltarelli) Coraggiosa, sicuramente, dato che invece la maggior parte dei nostri competitors facevano, e fanno tutt’ora, l’esatto contrario. Vincente lo possiamo constatare ed affermare con soddisfazione oggi.

Eravamo arrivati ad avere 9 marche di antifurto, perché l’importante sembrava essere: dare al cliente quello che voleva, senza proporre noi un prodotto. Del resto, nel mercato, bisogna saper prendere a volte delle decisioni coraggiose, per aprire nuovi scenari.

La nostra scelta di puntare su Hikvision e su Pyronix, che al tempo erano 2 entità totalmente slegate, è stata fatta per la qualità dei prodotti innanzitutto, ma anche per i rapporti personali con coloro che guidavano e guidano le aziende.
Lo sottolineo sempre: per sviluppare un buon business, ci devono sempre essere ottimi rapporti tra le persone, basati sulla fiducia, sulla stima, sulla collaborazione. Il concetto del win-win è alla base del modo di vivere il nostro lavoro, la nostra azienda.

In Hikvision ed in Pyronix noi abbiamo trovato persone affidabili, tecnici preparati, servizio efficiente ed imprenditori lungimiranti.

E poi abbiamo trovato un team organizzato e coeso: una squadra di persone. Lo stesso che anche noi abbiamo creato e costruito con i nostri collaboratori, perché sono le persone a fare la differenza, sono loro il valore aggiunto che permette all’azienda di essere vincente.

In effetti, voi seguite il loro esempio, anche nel presentarvi all’installatore come un Total Solution Provider.

L.S. Certo. L’installatore sa che da Televista trova l’offerta completa: dalla TVCC all’antintrusione, dall’antincendio all’automazione, alla domotica.

Il cliente finale preferisce poter avere un unico interlocutore per mettere in sicurezza la sua casa, la sua azienda, i suoi beni e quindi, se l’installatore può presentare delle soluzioni convergenti, che dialogano tra loro e danno una soluzione completa, quel cliente non cercherà altrove, e si fidelizzerà sempre più al suo “specialista di sicurezza”, che gli curerà la manutenzione e gli aggiornamenti dei suoi devices, tenendolo anche aggiornato su eventuali novità che il mercato offre nel tempo.

Ecco perché facciamo molti corsi tecnici, sempre in collaborazione con le case produttrici: per aggiornare i nostri installatori e per proporre le ultime soluzioni del mercato, sia a livello di prodotti che di sistemi.
Le sinergie tra produttori sono poi altrettanto fondamentali.

A cosa vi riferite, nello specifico?

M.S. Possiamo dire che l’attuale sinergia tra Hikvision e Betacavi è frutto di un nostro input di alcuni anni fa.
Entrambe le aziende sono alla continua ricerca di soluzioni che aprano nuovi scenari tecnologici nel mercato.
La loro collaborazione ne velocizzerà la realizzazione, e la concorrenza dovrà inseguirli.

Quali, quindi, a vostro avviso i drivers prossimi e futuri del mercato della sicurezza? E, di conseguenza, quale il ruolo del distributore in questo specifico comparto?

L.S. Il ruolo principale del Distributore è di “avere gli scaffali pieni”.
Mi spiego: pieni dei prodotti giusti, perché il mercato è sempre più “isterico” e i clienti sempre meno avvezzi ad aspettare.

Il distributore deve credere nel prodotto che vende, ed il primo modo per dimostrare questo all’installatore, è farglielo trovare in quantità.
Il messaggio che passa è “ti devi fidare di questo prodotto, perché io per primo ci ho scommesso i miei soldi sopra”.

Chi di noi, se entra in un Supermercato con scaffali pieni, non si sente invogliato all’acquisto?

L’abbondanza stimola fiducia. Al contrario, come possiamo chiedere ad un cliente di fidarsi di quello che gli vendiamo, se noi per primi non ci crediamo?

Qualche esempio?

M.S. Mi è capitato 20 anni fa di andare a visitare un grosso distributore Europeo di Sicurezza e di vedere stoccati nel suo magazzino centinaia di pallets di telecamere. La prima domanda che mi sono fatto è stata “ma chi diavolo vorrà tutte queste telecamere?”

A volte, guardando il nostro piccolo orticello, non pensiamo ai numeri che ci sono dietro alcuni business.

Ecco un dato che può far riflettere.
Nell’anno 2015 Televista ha venduto 20.000 telecamere, di cui 10.000 analogiche10.000 IP.
È un dato spaventoso, che è stato possibile grazie alla collaborazione con Hikvision e al lavoro fatto sul campo dai nostri ragazzi nei punti vendita.

Quest’anno è stato ancora più spaventoso, visto che il traguardo di 20.000 telecamere lo avevamo già raggiunto al 30 di Luglio.
Dove arriveremo a fine anno, continuando di questo passo?

Non solo Hikvision, però.

M.S. No, certo. Con Nice possiamo parlare di un “ritorno di fiamma”. 

Con Nice collaboriamo da diversi anni, ma la spinta da parte nostra si era affievolita per strada.

Nella vita, a volte, ci si ferma per guardarsi attorno e si scopre che si è seduti su un tesoro non sfruttato. Da questa nuova consapevolezza, associata alla reciproca stima, mai spentasi negli anni, siamo ripartiti con i Nice Truck a rimettere in movimento questo marchio all’interno dei nostri punti vendita.

Nice ha parecchi assi nella manica. Oltre alla vasta gamma di motori standard, ha sviluppato una nuova gamma di motori super veloci: gli SPEED.

Aprire un cancello in metà tempo è ora possibile in tutta sicurezza (solo motori a 24volt).

Un altro punto di forza, sono i bellissimi telecomandi e l’elettronica di comando che permette di realizzare la Domotica, domestica ed industriale, semplice e che funziona sempre.

Chiarissimo. Volendo concludere con un claim, come potremmo riassumere il vostro modo di porvi nel settore?

L.S. Attenti a quei due!

In che senso? (ndr. Luca e Marco Saltarelli sorridono divertiti)

L.S. Perché sino ad oggi abbiamo dimostrato di credere nel nostro lavoro arrivando prima degli altri, con soluzioni d’avanguardia (con il nostro giornalino, con un sito internet interattivo, con i banchi e gli scaffali aperti).

Attenti a quei due, perché non ci sentiamo arrivati e abbiamo ancora voglia di crescere.

Attenti a quei due, perché faremo cose che non pensate e ci troverete dove non immaginate.

Attenti a quei due, perché ogni giorno, anche sbagliando, cerchiamo di guidare il meraviglioso team di Televista verso nuove sfide.

Attenti….. a quei due.

a cura di Monica Bertolo

Pagina Precedente

Calendario Eventi